Tu sei qui

REGOLAMENTO

 

Art. 1   La sezione ciclismo della US.Bormiese (USB) organizza e certifica entrambe le prove dal titolo:

  1. ITALIAINBICI Randagio IBRAN
  2. ITALIAINBICI Turista IBTUR
    - La differenza delle due escursioni sta solo nel tempo di percorrenza concesso ( art. 3/a )

Art. 2  Alla prova sono ammessi tutti i concorrenti (uomini e donne), che abbiano compiuto il 18° anno e non abbiano superato il 75°:I concorrenti devono essere in possesso di una regolare licenza rilasciata da una Asd appartenente a qualsiasi Ente o Federazione comprensiva di assicurazione responsabilità civile. Per i concorrenti esteri è necessaria anche una assicurazione responsabilità civile personale.

- Il GIRO  può essere eseguito da solo o in gruppo, esclusivamente su mezzo a propulsione muscolare.

 

Art. 3  Il percorso indicato ha una lunghezza di circa 4500 km. Sono presenti 53 controlli obbligatori e 7 controlli facoltativi.

a – Il viaggio deve essere completato in un periodo di massimo

30 giorni (720 ore) per ITALIAINBICI formato “Randagio”  - IBRAN 

e in un massimo di

60 giorni (1440 ore) per ITALIAINBICI formato “Turista” – IBTUR.

b- Per chi completa anche 5 su 7 dei controlli facoltativi sono a disposizione ulteriori 2 giorni (48 ore) da sommarsi alle ore spettanti.

c - Il percorso può essere diviso in 1- 2- 3  periodi per il IBRAN  e 1- 2- 3- 4 periodi per il IBTUR .

d - Il periodo temporale massimo per completare i GIRO è di 3 anni per  il IBRAN e di 4 anni i per il IBTUR.

 

Art. 4  Le omologazioni saranno registrate a secondo della formula prescelta dal concorrente.

Sarà predisposto sul sito dedicato www.italiainbici.com una apposita sezione con un albo degli omologati nelle due distinte modalità.
-Attenzione alla scelta della formula, un IBRAN oltre il 30°giorno non verrà omologato, mentre un IBTUR se completa il GIRO in un periodo inferiore ai 30 giorni otterrà l’omologazione da Turista.

 

Art. 5 Le escursioni sono aperte dal 1 ° giugno al 30 settembre, comunque soggette all'apertura di alcuni dei passi alpini indicati. Una deroga può essere data ai concorrenti che svolgono in 2 o 3 o 4volte.

 

Art. 6  ISCRIZIONE - Il modulo di iscrizione deve essere accompagnato da una foto (anche File, per il road book, e per il sito) e deve pervenire entro e non oltre 1 mese prima della data di partenza stabilita.
Per chi sceglie la modalità di più periodi, le notifiche di ogni partenza devono pervenire alla segreteria organizzativa e/o al responsabile indicato almeno 15 giorni prima della data di partenza tramite mail o posta , ecc.
- L'importo di iscrizione è fissato a € 60,00 (libro _carta viaggio, corrispondenza, gadget, diploma, pagina web, ecc.).
 

Art. 7  Se il concorrente non può prendere via, su sua richiesta scritta (mail), potrà sospendere l’iscrizione sino al 30 giugno dell'anno successivo. Oltre tale data, sarà necessario una nuova iscrizione per partecipare.
 

Art. 8   Il percorso suggerito è identico per entrambe le modalità di viaggio (RANDAGIO o TURISTA) ed entrambi devono passare attraverso 53 luoghi segnalati come controlli obbligatori, lo stesso vale per i 7 controlli facoltativi.
a - La partenza del GIRO può essere fatta da qualsiasi controllo obbligatorio. NON SONO ammesse partenze dai  punti  di controlli verificati da foto e dai controlli facoltativi.
b - Nella modalità a 1 periodo, i controlli di inizio e di fine devono avvenire nella stessa città ed essere iscritte nella carta viaggio come primo e l'ultimo controllo.
c - Nella modalità 2 – 3 – 4  periodi, il controllo finale di un periodo deve OBBLIGATORIAMENTE coincidere con il controllo iniziale del periodo successivo.

d - Nelle formule 2 – 3 – 4 periodi, ad ogni termine di periodo bisogna riconsegnare (posta o mano) la carta viaggio all’organizzazione.

e - Non vi è nessun limite di controlli per periodo.
f - L'elenco completo dei 53 + 7 punti di controllo è elencato nell’allegata sezione MODULO CONTROLLI.

 

Art. 9  Il concorrente fissa e delinea il proprio percorso unicamente sulla base dei 53 (+7 facoltativi) luoghi di controllo.

a - Il luogo di partenza è libero e può essere fissato in un qualsiasi luogo di controllo (53). ( art 8/a ).

b - Il senso di circolazione del percorso può essere orario o antiorario. Nelle modalità a più periodi il senso di circolazione deve rimanere lo stesso
c - Il percorso è previsto in una modalità standard ed eventuali varianti.
d - La scelta di una variante comporta una registrazione dei passaggi sul  libro di viaggio a sostituzione dei controlli standard. Se la variante scelta comporta più controlli, deve essere completata in tutte le sue parti per ottenere la validità.
e - La scelta delle varianti non deve essere comunicata. Può essere decisa anche in corsa.
f - Non si terrà conto della differenza dei km nella scelta dei percorsi. Il tempo consentito per l’omologazione e riportato nell’art 3.

 

Art. 10   All’atto dell’iscrizione verranno consegnate al concorrente:

- Carta Viaggio, in numero a seconda della scelta dei periodi. *
- 8 cartoline postali di controllo devono essere spedite:

            PARTENZA

            ARRIVO
            6 CONTROLLI PRIMARI (indicati sul modulo controlli )

- ELENCO CONTROLLI

- ELENCO COLLI

- ROAD BOOK CON ELENCO DI STRADE E PAESI CONSIGLIATI PERCORSO STANDARD

- ROAD BOOK CON ELENCO DI STRADE E PAESI CONSIGLIATI DELLE VARIANTI

*Nelle modalità 2 - 3 – 4 periodi, le carte viaggio, ad ogni fine periodo, dovranno essere riconsegnate all’organizzazione, mediante posta o a mano.

 

Art. 11  Il percorso si snoda sul territorio per circa 4500 km con 53+ 7 punti di controllo. Il concorrente, al fine di conseguire omologazione del viaggio deve certificare il passaggio nei detti punti.

La certificazione dei 53 (+ 7) luoghi, compreso la/e partenza/e e arrivo/i, deve SEMPRE essere annotata sulla Carta Viaggio con queste modalità:

 

a - CONTROLLI                              

Timbro ( di qualsiasi attività del luogo ) e compilato con data, ora sulla Carta Viaggio

 

b - CONTROLLO FOTO                  

Foto ( come da MODULO FOTO con la propria bici) da spedire a fine tragitto, mediante mail, Whats’App o altro, e compilare sulla  Carta Viaggio data, ora.

                                                          

c - CONTROLLO  CARTA               

Timbro ( di qualsiasi attività del luogo ) e compilato con data, ora sulla Carta Viaggio. 

Spedire cartolina postale annotando nome, cognome, luogo, data e ora più timbro

 

d- CONTROLLO FACOLTATIVO    

Timbro ( di qualsiasi attività del luogo ) e compilato con data, ora sulla Carta Viaggio

 

e - Nei controlli di ARRIVO e PARTENZA , comportarsi come da art 11/c. Se il luogo di partenza coincide con un punto “CONTROLLO CARTA”, basta spedire solo la cartolina di partenza.

f – I viaggiatori che scelgono la modalità a più periodi devono documentare con vidimazione carta sia l’arrivo che la partenza dal luogo di interruzione periodo.

 

Art. 12  L’accertamento di qualsiasi frode o tentativo di inganno, comporterà l'eliminazione immediata del viaggiatore dal raid ITALIAINBICI.

NON SONO AMMESSI MEZZI DI SUPPORTO (auto , camper ..ecc). Il viaggio deve essere effettuato in completa autonomia.

Nel percorso standard, nella frazione COMO-SANTA MARIA MAGGIORE è possibile utilizzare il traghetto da Laveno ad Intra.

 

Art. 13  La carta viaggio deve essere restituita, a mezzo posta /a mano, agli organizzatori entro due settimane dopo il giorno di arrivo.
 

Art. 14 –L’organizzazione provvederà al controllo di tutti gli elementi forniti, carte viaggio, cartoline, foto e timbri. Approvata l’omologazione verrà informato il concorrente. Verrà consegnato diploma e restituite le Carte Viaggio. Verrà creata la pagina web dedicata sul sito www.italiainbici.com.
Ogni concorrente omologato nell’anno solare, in occasione del pranzo sociale Bormiese, verrà premiato con targa di riconoscimento.

 

Art. 15   Non vi saranno classifiche ma solo elenco omologati anno per anno.
 

Art. 16  Al termine di ogni anno verrà aggiornato l’elenco degli omologati, e pubblicato sul sito ufficiale di US. BORMIESE www.italiainbici.com.

 

Art. 17 Nel percorrere il viaggio ITALIAINBICI, ogni concorrente deve ricordarsi che è un semplice viaggiatore, in escursione libera e personale e deve quindi osservare il codice stradale e l'ambiente.

 

Art. 18  L'Unione Sportiva Bormiese, non può essere considerata responsabile a qualsiasi titolo di incidenti che può verificarsi nel corso del viaggio.
- Si ricorda che tutti i partecipanti devono essere coperti da assicurazione .

 

Art. 19   Il concorrente per partecipare al IBRAN o IBTUR deve accettare incondizionatamente il presente regolamento.

 

Art. 20   L'Unione Sportiva Bormiese si riserva il diritto, in qualsiasi momento, di modificare i termini del presente regolamento.